Skip to content
Insights

Una recente pronuncia del T.A.R. Liguria sull’autoproduzione di servizi portuali mediante personale marittimo

Con sentenza emessa in data 27 giugno 2023, il T.A.R. Liguria si è espresso sulla questione, tuttora molto dibattuta, relativa alla possibilità, per le compagnie di navigazione, di svolgere le operazioni portuali accessorie al trasporto in autoproduzione mediante l’impiego di personale di bordo.

La pronuncia del Giudice amministrativo trae origine dal ricorso presentato da una compagnia armatoriale che si era appunto vista negare dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale l’autorizzazione ex art. 16 L. n. 84/1994 allo svolgimento in autoproduzione delle operazioni portuali accessorie nei modi suddetti.

Il T.A.R. Liguria, dopo aver evidenziato che l’autoproduzione è consentita soltanto qualora nel porto interessato non vi siano le necessarie attrezzature e maestranze, ha respinto il suddetto ricorso statuendo che, in linea con la normativa vigente, le operazioni portuali possano essere svolte soltanto mediante l’utilizzo di personale di terra e senza il coinvolgimento di membri dell’equipaggio.

Il Giudice amministrativo ha altresì rilevato che tale impostazione non determina alcuna lesione dei principi comunitari in tema di tutela della concorrenza e di libera circolazione delle merci perché, consentendo lo svolgimento delle operazioni in questione anche a soggetti diversi dalle compagnie portuali e, in presenza di particolari condizioni, in regime di autoproduzione, essa non determina posizioni dominanti pregiudizievoli per la concorrenza e per il commercio intracomunitario.

Pietro Mordiglia

pietro.mordiglia@mordiglia.it

SANCTIONS DESK

Through this Sanctions Desk and thanks to our extensive expertise in shipping, we aim to assist our Clients in complying with the new regulations by providing regular updates and legal analysis on sanctions impacting the shipping industry. Our team is also available to advise maritime operators on the drafting of relevant clauses and to represent them in any disputes regarding sanctions.

Find out more here