La Commissione Europea autorizza le misure del Registro Italiano Internazionale fino al 2023

single

Lo scorso 11 giugno 2020, la Commissione Europea ha prorogato le misure del Registro Internazionale Italiano fino al 2023 a condizione che l’Italia attui alcune modifiche alle disposizioni del regolamento del Registro Italiano. In particolare, l’Italia si è impegnata a garantire una riduzione dell’imposta sul reddito delle compagnie marittime a determinate entrate, come quelle derivanti dalle attività di trasporto e da altre entrate accessorie. Infine, le navi delle compagnie di navigazione che vogliono beneficiare del regime del registro internazionale devono battere la bandiera di uno Stato dell’Unione europea o comunque di uno Stato dello Spazio economico europeo.

Attachments

Allegati