Azione diretta del sub-vettore e fallimento

Con sentenza resa in data 28.09.2015, il Tribunale di Torino ha affermato che la disposizione di cui all’art. 7-ter D. Lgs. 286/2005 – relativa all’azione diretta del sub-vettore nei confronti delle altre imprese coinvolte nella filiera del traporto – possa trovare applicazione soltanto tra soggetti in bonis. In particolare, il Tribunale ha chiarito che – laddove intervenga una procedura fallimentare – debbano trovare applicazione le norme speciali dettate dalla Legge Fallimentare, il cui principio fondamentale è quello della par condicio creditorum.