Uso e abuso del criterio di collegamento giurisdizionale della connessione

Marco Lopez de Gonzalo, partner dello Studio Legale Mordiglia, ha pubblicato un articolo su Diritto del Commercio Internazionale vol. 1/2021 intitolato “Uso e abuso di giurisdizione per connessione” (High Court of Justice, Queen’s Bench Division, Commercial Court – sentenza del 29 maggio 2020).  La sentenza in commento ha affermato che il criterio di collegamento gurisdizionale della connessione stabilito dall’art. 8.1 del Regolamento (UE) n. 1215/2012, non può essere applicato quando la domanda nei confronti del convenuto nello Stato membro del giudice (“anchor defendant“) sia manifestamente infondata.

Allegati

Pilotaggio nelle Bocche di Bonifacio: verso una nuova fase di sperimentazione?

In una recente audizione informale presso la Camera dei Deputati (Commissione Ambiente e Trasporti), la Federazione Italiana Piloti di Porto (Federpiloti) è stata invitata ad affrontare il tema della tutela ambientale e della regolamentazione del transito marittimo nelle Bocche di Bonifacio, illustrando il sistema di pilotaggio attualmente in vigore e nuove prospettive di miglioramento dello stesso.

Allegati

Electronic Paperless Trading

Il 24 marzo 2021 l’International Group of P&I Clubs ha ufficialmente approvato il sistema TradeLens eBL, ossia un sistema di approvvigionamento digitale che fornisce agli utenti un processo semplificato e sicuro per l’emissione, il trasferimento e la resa di polizze di carico originali grazie all’utilizzo di una blockchain in grado di fornire informazioni in tempo reale sullo status della spedizione.

Allegati

Note interpretative sul Pacchetto Mobilità

Con Circolare n. 300/A/2356/21/111/2/2 dello scorso 16 marzo, il Ministero dell’Interno ha illustrato e approfondito le principali novità introdotte dal c.d. Pacchetto Mobilità (Reg. 2020/1054, Reg. 2020/1055, Reg. 2020/1056 e Direttiva 2020/1057). Le principali modifiche riguardano l’accesso alla professione di autotrasportatore, il cabotaggio stradale e i tempi di guida per gli autisti.

19 MARZO 2021 – Webinar – “Un mare in tempesta”

Il 19 marzo 2021 la sezione Logistica Trasporti e Spedizioni (LTS) di ANIMP (Associazione Impiantistica Industriale) di cui Enrico Salvatico è Presidente, organizza un webinar sul tema dell’andamento anomalo dei noli marittimi e conseguenti impatti sulla filiera impiantistica. Durante il dibattito si terrà un confronto fra EPC Contractors, armatori e spedizionieri volto ad analizzare tali dinamiche alla luce della crescita apparentemente inarrestabile dei noli marittimi nel contesto globale odierno. (Per i dettagli  e per la registrazione gratuita all’evento clicca qui https://animp-lts-noli-marittimi.eventbrite.it )

Clandestini e protezione internazionale in Italia

In un recente caso, il nostro Studio ha affrontato la problematica inerente i clandestini a bordo delle navi e la conseguente possibilità di sbarco e rimpatrio nel loro Paese d’origine. Tale problematica è stata risolta alla luce di quell’insieme di diritti fondamentali riconosciuti in Italia sotto il nome di “protezione internazionale” a garanzia di tutti i soggetti stranieri o apolidi, conformemente alle disposizioni di cui alla Convenzione di Ginevra del 1951.

Allegati

Nautica 2021: il nuovo Sistema telematico e l’avvio definitivo dello STED

Dal 1° gennaio 2021 è ufficialmente partito il Sistema telematico centrale della nautica da diporto (SISTE), che propone il superamento del vecchio sistema di tenuta dei registri di iscrizione delle unità da diporto con la loro completa informatizzazione e devoluzione ad un’unica autorità centrale competente su tutto il territorio nazionale. Tramite lo Sportello Telematico del Diportista (STED), istituito presso le capitanerie di porto e gli uffici circondariali marittimi, è ora possibile semplificare e razionalizzare le modalità di iscrizione e cancellazione delle unità da diporto nei relativi registri nonché le modalità di rilascio dei documenti di navigazione.

Allegati

La Corte di giustizia sui lavoratori portuali: accesso al mercato e problemi di sicurezza

Una legge che riserva il lavoro portuale a lavoratori riconosciuti può essere compatibile con il diritto dell’Unione se mira a garantire la sicurezza nelle zone portuali e la prevenzione degli infortuni sul lavoro. L’intervento di una commissione amministrativa paritetica nel riconoscimento dei lavoratori portuali non è né necessario né appropriato per conseguire l’obiettivo perseguito. È quanto dichiara la Corte di Giustizia UE nella sentenza dell’11 febbraio 2021 nelle cause riunite n. C-407/19 e C-471/19.

Allegati