La sentenza West Tankers è ancora “good law” dopo la rifusione del Regolamento Bruxelles I?

Marco Lopez de Gonzalo, partner dello Studio Legale Mordiglia, ha pubblicato sulla “Rivista dell’Arbitrato” un articolo sul recente caso Nori Holdings v. Bank Otkritie, sul tema delle anti-suit injunctions a protezione di procedimenti arbitrali, tornate per la prima volta di fronte alle corti inglesi dopo l’entrata in vigore del Regolamento (UE) n. 1215/2012. Con l’introduzione del predetto Regolamento infatti, ed in particolare con il suo considerando 12, ci si è indotti a chiedersi se qualcosa fosse cambiato nei contorni della esclusione dell’arbitrato di cui all’art. 1.2.b), quanto meno con riferimento alla questione della ammissibilità delle anti-suit injunctions, così da rimettere in discussione le conclusioni raggiunte al riguardo dalla Corte di Giustizia con la sentenza West Tankers, emessa quando era ancora in vigore il precedente Regolamento 44/2001. Con la sentenza “Nori Holdings”, l’Avv. Lopez ha evidenziato nel suo articolo come la High Court inglese abbia tuttavia riconfermato quanto sostenuto nella sentenza “West Tankers”, ripercorrendone i passi essenziali, tra cui in particolare il rispetto del principio fondamentale della reciproca fiducia tra le giurisdizioni degli Stati membri, dichiarando che la sentenza West Tankers “remains an authoritative statement of EU law”.