Tutti gli articoli di admin

La Mofcom proibisce l’alleanza P3

Il 17 Giugno 2014 l’autorità garante della concorrenza e del mercato di Pechino, Mofcom, ha pubblicato una decisione con cui ha ritenuto illegittima l’alleanza tra Maersk Line, MSC Mediterranean Shipping e CMA CGM (‘P3′) avente ad oggetto il trasporto di containers. E’ importante notare che la decisione della Mofcom non è soggetta al controllo giudiziale. L’alleanza avrebbe comportato un accordo di condivisione a lungo termine per un minimo di dieci anni al fine di operare congiuntamente una flotta di 255 portacontainers con il dichiarato intento di creare un servizio più efficiente. Secondo l’Antitrust cinese la P3 si tradurrebbe in una fusione di fatto compromettendo seriamente il mercato interno cinese e indebolendo la posizione negoziale degli esportatori cinesi nonché riducendo la forza competitiva dei porti cinesi che sarebbero probabilmente costretti a ridurre i loro costi di servizio; la dimensione delle compagnie di navigazione coinvolte ha probabilmente giocato un ruolo determinante nella decisione. La decisione della Mofcom ha destato particolare sorpresa in quanto l’accordo era già stato rivisto ed approvato dalle autorità antitrust dell’Unione Europea e degli USA. La decisione ha anche causato preoccupazione nel settore per la mancanza di certezza derivante da differenti norme nazionali in materia di concorrenza.
[Notizia redatta in collaborazione con Helen Helmer, stagista, Londra]

Trasporto marittimo

Con sentenza del 27.3.2014 la Corte di Giustizia Europea ha affermato che un trasporto marittimo consistente in una crociera che inizia e termina, con gli stessi passeggeri, in uno stesso porto dello Stato membro in cui è effettuata la crociera rientra nella nozione di “cabotaggio marittimo” di cui al Regolamento CEE n. 3577/92, con riserva del servizio ‘ai soli armatori comunitari che impiegano navi registrate in uno Stato membro dell’Unione Europea e che battono bandiera del medesimo Stato membro’.

Principi di Diritto dell’Unione

Con sentenza del 25 febbraio 2014, la Corte di Giustizia ha ulteriormente sancito “il diritto di ogni persona di essere ascoltata prima che nei suoi confronti venga adottato un provvedimento individuale che le rechi pregiudizio”.
Il diritto al contraddittorio preventivo obbligatorio, sancito in via generale dalla nota sentenza Sopropè, viene riconosciuto come principio di diritto comunitario direttamente azionabile dal contribuente davanti al giudice nazionale: diritto che consiste non soltanto nella possibilità di esprimere utilmente il proprio punto di vista sulle contestazioni mosse dall’Amministrazione, bensì anche nella possibilità di essere sentiti e di far valere le proprie osservazioni prima dell’adozione della decisione amministrativa (C-29/13 e 30/13, Global Trans Lodzhistik OOD vs Nachalnik na Mitnitsa Stolichna).

Riciclaggio di navi

Il 10 dicembre 2013 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea il Regolamento UE n. 1257/2013 relativo al riciclaggio di navi.

Il Regolamento ha lo scopo di rafforzare la sicurezza, la protezione della salute umana e dell’ambiente marino dell’Unione tramite una gestione sicura e compatibile con l’ambiente dei rifiuti pericolosi o tossici provenienti dal riciclaggio delle navi. Per maggiori informazioni si legga l’articolo scritto dall’avv. Raggi dello Studio Legale Mordiglia sul n. 8 della rivista Lex Trasporti.

Ordinanza-ingiunzione ex art. 186 ter cpc e conversione del sequestro in pignoramento

In data 11.3.2014 il Tribunale di Genova ha dovuto decidere sulla necessità di sospendere l’esecuzione su uno yacht, cominciata con la conversione del sequestro conservativo in pignoramento ex art. 686 cpc sulla base di una ordinanza-ingiunzione ex art. 186ter cpc.
Il Tribunale, rilevata la situazione di “oggettiva incertezza, in cui forse vi sono più argomenti contro la conversione che a favore”, ha ritenuto opportuno sospendere l’esecuzione.

Giurisdizione in tema di vendita internazionale di beni

Il Tribunale di Mantova, con sentenza 16 gennaio 2014, ha dichiarato il difetto di giurisdizione del Giudice italiano sul presupposto che, in mancanza di un accordo tra le parti (decisivo ai fini della determinazione della giurisdizione a norma del Reg. 44/2001), il luogo di consegna dei beni va inteso quello di consegna materiale dei beni al compratore, essendo irrilevante l’eventuale termine di consegna “franco nolo”.

Pirateria Marittima

Il 19 Ottobre scorso il Direttore Generale della Pubblica Sicurezza ha firmato la circolare attuativa delle disposizioni di cui al decreto ministeriale 28.12.2012 n. 266 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 75 del 29.3.2013, recante il Regolamento di impiego di guardie giurate private a bordo delle navi mercantili battenti bandiera italiana che transitano in acque internazionali a rischio di pirateria. Si tratta dell’ultimo atto adottato dall’Italia nella lotta alla pirateria marittima. Ulteriori informazioni possono essere reperite nei contributi dell’avv. Chiara Raggi dello Studio Legale Mordiglia sul sito www.lextrasporti.com.

DM Int. 266 -2012 n 266
circolare_pirateria

Diritto del Lavoro

Con Legge 23 settembre 2013, n.113, l’Italia ha ratificato la Maritime Labour Convention (MLC 2006), la nuova “carta dei diritti” della gente di mare, adottata dall’International Labour Organization (ILO) il 23 Febbraio 2006.

Terminale di rigassificazione “FRSU Toscana”

E’ giunto al largo di Livorno, ove sono ora in corso le operazioni di installazione e di collaudo il terminale di rigassificazione “FSRU Toscana”. Il terminale di rigassificazione è stato realizzato mediante la conversione di una nave metaniera, la m/v “Golf Frost”. Lo Studio Legale Mordiglia ha assistito il committente OLT Offshore S.p.A., del quale è azionista il gruppo italiano Iren, in diversi rilevanti aspetti del progetto, che è senza dubbio uno dei più importanti a livello nazionale nel settore del gas e del sistema energetico italiano.

Pubblicazioni

“I contratti del trasporto”
L’editore Zanichelli ha pubblicato il primo volume dell’opera “I contratti del trasporto”. Il prof. avv. Marco Lopez de Gonzalo dello Studio Legale Mordiglia è autore dei capitoli “La disciplina internazionale uniforme del trasporto marittimo di cose” e “Conferences marittime e altri accordi di collaborazione tra imprese di trasporto marittimo”.

“Enciclopedia giuridica online”
Sul sito web dell’Enciclopedia Giuridica Treccani si può consultare la voce – NAVE – redatta dal prof. Avv. Marco Lopez de Gonzalo dello Studio Legale Mordiglia; il testo contiene una sintetica esposizione di tutte le principali tematiche relative alla nave nel diritto della navigazione e nel diritto internazionale.